Illustrazione del programma della 59esima edizione del Carnevale dei Ragazzi di Sant’Eraclio

FOLIGNO – “Il Carnevale dei ragazzi è l’importantissima manifestazione identitaria del territorio di Sant’Eraclio che si contraddistingue per la socializzazione che si estrinseca non solo nella realizzazione degli imponenti carri allegorici, ma per il costante coinvolgimento di innumerevoli soggetti. Quest’anno è pregevole, da parte degli organizzatori, la sensibilità dimostrata nei confronti del mondo delle cooperative sociali ed in particolare per quelle di Cascia e Norcia località che ancora risentono del sisma del 2016”. Cosi ha esordito Agostino Cetorelli assessore alle politiche sociali e alle periferie del Comune di Foligno nel corso della presentazione alla stampa della 59esima edizione del “Carnevale dei ragazzi” svoltasi nella sala “Pio La Torre” del Palazzo Comunale a Foligno. In rappresentanza del Consiglio di Amministrazione della Comunanza Agraria di Sant’Eraclio era presente il segretario Enrico Marchionni. Il consigliere comunale Marco De Felicis, nell’evidenziare il valore del volontariato per la rassegna, ha sottolineato che “il Carnevale a Sant’Eraclio è lo strumento che accomuna istruzione, turismo, cultura, e sociale, capace di innovarsi in un crescendo continuo, mantenendo la tradizione”. Uno sguardo al futuro da parte del presidente del “Carnevale dei Ragazzi” Fabio Bonifazi: “Ci stiamo impegnando ad ottenere il riconoscimento della personalità giuridica fondamentale per garantire un avvenire certo all’associazione e alla rassegna. Nel 2021, in occasione del 60esimo anniversario, abbiamo in programma la pubblicazione di un libro sulla storia del Carnevale, autore il professore Gianni Sante Piermarini” In seguito Fabio Bonifazi ha svelato le iniziative programmatiche 2020 della kermesse e i protagonisti delle sei gigantesche creazioni allegoriche di cartapesta che sfileranno il 9, il 16 e il 23 febbraio : “2000Evo chi non sa si salverà” “Aladino e il tappeto volante” “Saloon”, “Wonder Greta”, “Plastica in mare no grazie”, “Creature Leggendarie”. Si va da Aladin, Jasmin”, il Genio, alla paladina dell’ambiente Greta Thunberg raffigurata come Wonder Woman che ha il suo gran da fare per contrastare l’americano Trump e il cinese Xi Jinping maggiori artefici dell’inquinamento. Si prosegue con il pesce di plastica che vuol divorare la Sirenetta, con i miti greci di Medusa, Centauro e Minotauro, con Wild West City Country dove i cowboy e le cowgirl vivono all’insegna del divertimento, e i medici del nuovo millennio che a dosi di smartphone cercano di allontanare le persone dalla conoscenza. “Le parate – ha aggiunto Bonifazi – saranno allietate dalla “Marching Band Sbandieratori e Musici della Città di Foligno. All’interno del Castello dei Trinci andrà in scena lo spettacolo di danza aerea Aspettando Svetlanka a cura dell’Academy Circus. Non mancherà la tradizionale Gabbia di Fuoco fantasmagorico spettacolo pirotecnico e l’assegnazione per il settimo anno consecutivo del trofeo “Alfio Pace”. L’Osteria del Carnevale sarà ospitata quest’anno presso la Taverna del Rione Pugilli in via Mentana e aprirà i battenti giovedì 6 febbraio”. Roberto Mosconi curatore della mostra insieme al professore Ugo Lucidi, ha snocciolato i numeri della “Collettiva di Arte Contemporanea”: 54 artisti, 8 cooperative sociali, l’Istituto comprensivo statale “Galilei” Foligno 3 e le opere floreali del Club “Amici del Bonsai” di Foligno, che verrà inaugurata sabato 1 febbraio alle ore 16 presso l’ex Teatro Piermarini e si protrarrà sino al 15 febbraio. Il biglietto d’ingresso di 5 euro da quest’anno sarà a pagamento per tutti ad eccezione dei bambini sino a 12 anni.

RESPONSABILE COMUNICAZIONE DEL CARNEVALE DEI RAGAZZI DI SANT’ERACLIO

Andrea Piermarini

 
  • 26 Gennaio 2020
  • News